Corpo estraneo nel piatto, responsabile il legale rappresentante

È imputabile al legale rappresentante di una pizzeria l'avere somministrato a un cliente una pizza nella quale veniva rinvenuto un dente, corpo estraneo all'alimento, non avendo la stessa adottato e/o fatto osservare un apposito codice di sicurezza da seguire durante la preparazione degli alimenti. (Fonte: Massima redazionale)

Riferimenti: Cassazione penale, sezione III, sentenza n. 43840 del 26 novembre 2007

Solo gli utenti abbonati possono accedere a questo contenuto. Per favore, effettua il login oppure acquista un Abbonamento. Se hai già effettuato la registrazione, devi provvedere a completare il pagamento per diventare abbonato.