Micotossine e alimenti: Piano di controllo nazionale

Fonte: @nmvi Oggi
Data: 15 novembre 2016

MICOTOSSINE 2Definito il piano di campionamento ufficiale sul territorio nazionale, per le micotossine nei prodotti alimentari. Dal Ministero indicazioni alle Regioni basate sull’analisi dei rischi. Programmate le attività di verifica della conformità sia alla normativa che alla valutazione dell’esposizione del consumatore.

Il Ministero della Salute (Direzione Generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione) ha pubblicato il Piano nazionale di controllo ufficiale delle micotossine negli alimenti- biennio 2016-2018. Il documento è parte integrante del Piano Nazionale Integrato previsto dal Regolamento 882/2004 (articolo 41) .
L’obiettivo del Piano 2016-2018 è di fornire indicazioni alle Autorità regionali e delle Province autonome sul controllo ufficiale del contaminante “micotossine” nei prodotti alimentari. Ha inoltre lo scopo di programmare e coordinare le attività volte, sia alla verifica della conformità alla normativa, sia alla valutazione dell’esposizione del consumatore.

Definizione di contaminante – Si intende (articolo 1 del Regolamento CEE n.315/1993) ogni sostanza non aggiunta intenzionalmente ai prodotti alimentari, ma in essi presente quale residuo della produzione (compresi i trattamenti applicati alle colture e al bestiame e nella prassi della medicina veterinaria), della fabbricazione, della trasformazione, della preparazione, del trattamento, del condizionamento, dell’imballaggio, del trasporto o dello stoccaggio di tali prodotti, o in seguito alla contaminazione dovuta all’ambiente. I corpi estranei quali, ad esempio, frantumi di insetti, peli di animali e altri non rientrano nella definizione.

Il Piano è focalizzato sull’attività di campionamento destinata alle fasi di produzione/trasformazione/distribuzione di specifici prodotti alimentari. Fra le combinazioni “matrice alimentare/micotossine” oggetto di priorità di controllo figura l’Aflatossina M1 nel latte e derivati ( es. Latte HT, latte fresco pastorizzato, latte crudo al dettaglio (con esclusione del latte crudo in allevamento). Il prelievo dei campioni deve essere effettuato in tutte le fasi della produzione, inclusa quella primaria (dopo il raccolto), della trasformazione, della distribuzione dei prodotti
alimentari intesi sia come ingredienti sia come prodotti finiti, ivi compresa l’importazione. Il Ministero raccomanda, di focalizzare le attività di campionamento nelle prime fasi della filiera
alimentare e non a livello di vendita al dettaglio, “in quanto il prelievo in tale fase non rappresenta un’azione preventiva a garanzia della sicurezza dei prodotti alimentari e a tutela dei consumatori”. I punti di campionamento più strategici ai fini del controllo sono i molini, i centri di stoccaggio della aziende di trasformazione, i punti vendita all’ingrosso, le farmacie.

I dati raccolti consentiranno di verificare il sistema di gestione dei rischi sull’intero territorio nazionale, e quindi di rivalutare i rischi ai fini di una successiva pianificazione. Nella rivalutazione, annuale, si terrà conto di modifiche legislative, rischi emergenti, risultanze dei controlli, notifiche di allerta UE e di altri eventuali dati di controllo forniti dalle Regioni.
I dati raccolti saranno anche trasmessi all’EFSA attraverso il sistema NSIS VIG). Ciò consentirà all’Italia di assolvere il debito informativo, di cui al regolamento CE n.1881/2006 nei
confronti della autorità europee.

Il Piano è stato definito in collaborazione con il Laboratorio Nazionale di Riferimento le micotossine negli alimenti presso l’ISS ed è stato approvato dal Coordinamento interregionale.

Piano nazionale di controllo ufficiale delle micotossine negli alimenti 2016-2018

Allegati del Piano
1- Normativa
2 – Tabella a: Tipologie di stabilimenti di prodotti alimentari oggetto di controllo ufficiale per le micotossine
3 – Campionamento e preparazione del campione per l’analisi
4- Fac simile di verbale di prelievo
5 -Fac simile di verbale di formazione delle aliquote ufficiali in laboratorio
6 -Elenco dei laboratori con le prove accreditate
7 -Dati nel sistema NSIS

pdfPIANO_NAZIONALE_MICOTOSSINE_2016_2018.pdf725.93 KB

Lascia un commento