L’anguria reggiana diventa IGP

Fonte: Europe Direct
Data: 16 novembre 2016

ANGURIA REGGIANAL’anguria reggiana acquisisce l’Indicazione Geografica Protetta, il primo marchio IGP conquistato dalla provincia di Reggio Emilia e il primo IGP europeo riconosciuto a un’anguria.
Questo riconoscimento è il risultato del duro lavoro dei produttori che in questi anni hanno portato avanti con determinazione e della condivisione di tutti i soggetti che negli anni lo hanno sostenuto.
“Dopo l’esito positivo dell’audizione ministeriale avvenuta nell’estate del 2015 durante la quale è stato varato e condiviso il disciplinare ora è arrivata anche la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale – ha commentato Ivan Bartoli, presidente di APAR – Associazione Produttori Anguria Reggiana – il successo del nostro prodotto è rappresentato oltre che dalla qualità e delle caratteristiche organolettiche che lo rendono unico soprattutto dall’equilibrio tra innovazione e tradizione dei metodi produttivi”.
La zona di produzione si estende nella Bassa reggiana e comprende l’intero territorio dei comuni di Bagnolo in Piano, Cadelbosco di Sopra, Campagnola, Castelnovo DI Sotto, Correggio, Fabbrico, Novellara, Poviglio, Rio Saliceto, S. Martino in Rio e parte della superficie dei comuni di Boretto, Brescello, Campegine, Gattatico, Guastalla, Reggio Emilia, Reggiolo, Rolo e Rubiera.

 

Lascia un commento