Pubblicità ingannevole per la Krispy Kreme

Fonte: Fresh Plaza
Data: 23 novembre 2016

KRISPY CREEMELa catena di ciambelle americana Krispy Kreme è finita nell’occhio del ciclone dopo che un consumatore, Jason Saidian, ha realizzato che alcune delle ciambelle prodotte dalla catena sono fatte con aromatizzanti e coloranti artificiali invece che con prodotti naturali. Saidian ha deciso quindi di citare in giudizio l’azienda. La rivista Fortune ha riportato che la causa legale sostiene che l’azienda stia privando i clienti dei benefici salutari forniti dagli ingredienti naturali.

Jason Saidian ha presentato una querela contro la catena di ciambelle, accusandola di aver violato la normativa della California contro la pubblicità ingannevole. I prodotti contro cui il consumatore punta il dito sono le ciambelle glassate con ripieno al lampone, la torta al mirtillo, e le ciambelle glassate allo sciroppo d’acero, tra le altre. Egli sostiene che i nomi di questi dolci aromatizzati portino i clienti a credere che essi contengano veri e propri lamponi, mirtilli e sciroppo d’acero.

La causa sostiene che traendo in inganno i clienti sulla presenza di questi ingredienti, Krispy Kreme li ha praticamente privati di alcuni benefici per la salute che essi potevano aspettarsi dalle ciambelle glassate, dal momento che i lamponi “sono una ricca fonte di vitamina C, vitamina K, potassio e fibre alimentari” e “possono contribuire alla lotta contro il cancro, contro le patologie cardiache e il declino connesso all’invecchiamento”. Allo stesso modo, i mirtilli “hanno il potenziale di limitare lo sviluppo e la gravità di alcuni tumori e patologie vascolari” e la ricerca suggerisce che sono “una delle fonti più ricche di fitonutrienti antiossidanti”.

Lascia un commento