Ristoratori: no all’utilizzo di produzioni private, se non sono garantite tracciabilità e sicurezza

Per adempiere agli obblighi di rintracciabilità e di legge, come si deve comportare un ristoratore che utilizza more per la produzione di marmellata, tartufi e cicoria per primi piatti e contorni, raccogliendo i suddetti alimenti in un terreno privato di sua proprietà (si fa presente che il ristoratore non è registrato come produttore agricolo)?

Risposta di: Manuela Vinay
Data: 23 novembre 2016
Solo gli utenti abbonati possono accedere a questo contenuto. Per favore, effettua il login oppure acquista un Abbonamento. Se hai già effettuato la registrazione, devi provvedere a completare il pagamento per diventare abbonato.