Prodotti preconfezionati, chiarimento sulle porzioni singole di miele

L’articolo 1, paragrafo 3, lettera b), della direttiva 2000/13/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 marzo 2000, relativa al ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri concernenti l’etichettatura e la presentazione dei prodotti alimentari, nonché la relativa pubblicità, dev’essere interpretato nel senso che costituisce un «prodotto alimentare in imballaggio preconfezionato» ciascuna delle porzioni singole di miele che si presentano sotto forma di coppette chiuse da un coperchio in alluminio sigillato e che sono imballate in cartoni multipli forniti a collettività, qualora queste ultime vendano dette porzioni separatamente o le propongano al consumatore finale abbinate a pasti pronti venduti ad un prezzo forfettario. (Fonte: Massima redazionale)

Riferimenti: Corte di giustizia UE, sezione III, causa C-113/15 del 22 settembre 2016

Solo gli utenti abbonati possono accedere a questo contenuto. Per favore, effettua il login oppure acquista un Abbonamento. Se hai già effettuato la registrazione, devi provvedere a completare il pagamento per diventare abbonato.