Data di scadenza modificata, condannato non solo il responsabile del punto vendita, ma anche il dipendente “esecutore”

L'alterazione della data di scadenza di confezioni di hot dog in un punto vendita ha visto condannare sia la responsabile del punto vendita, sia il dipendente che, eseguendone l'ordine, ha modificato la data suddetta, in quanto avrebbe potuto rifiutarsi di eseguirlo e denunciare l’accaduto. (Fonte: Massima redazionale)

Riferimenti: Cassazione penale, sezione II, sentenza n. 3394 del 24 gennaio 2017 (ud. del 23 novembre 2016)

Solo gli utenti abbonati possono accedere a questo contenuto. Per favore, effettua il login oppure acquista un Abbonamento. Se hai già effettuato la registrazione, devi provvedere a completare il pagamento per diventare abbonato.