Open Food Tox: Efsa lancia database armonizzato su sostanze tossiche

Fonte: Sicurezza Alimentare
Data: 31 gennaio 2017

OPEN FOOD TOXDal 2002 Efsa ha valutato oltre 4000 sostanze con oltre 1600 pareri scientifici di vario tipo. Oggi Efsa ha raccolto la complessità dei dati in un unico database di facile accesso, per rendere immediatamente apprezzabile come le sostanze chimiche possano avere un impatto sulla salute umana, ambientale o di animali; nonché le dosi considerate sicure.

Il nuovo strumento – OpenFoodTox, si avvale quindi di un formato open source per caratterizzare la sostanza, ponendo enfasi sul legame tra valutazione Efsa e normativa europea, oltre che sui parametri quantitativi che ne determinano la sicurezza.

Sin dalla sua creazione nel 2002, l’EFSA ha prodotto valutazioni del rischio su oltre 4000 sostanze in oltre 1600 pareri scientifici, dichiarazioni e conclusioni, grazie all’operato dei suoi scienziati. Per le singole sostanze, una sintesi delle valutazioni dei pericoli per la salute umana, la salute animale e l’ambiente è stata raccolta e strutturata in base alla pertinente legislazione e agli usi previsti nella banca dati EFSA dei rischi chimici: OpenFoodTox. È possibile scaricare le schede tecniche di sintesi per ogni singola sostanza in formato PDF o XLS aprendo il dashboard qui di seguito. Openfoodtox fa parte dell’EFSA Data Warehouse (DWH), varato dall’EFSA per migliorare l’accesso del pubblico ai dati. EFSA aggiornerà Openfoodtox periodicamente ma non garantisce che la banca dati sia esente da errori.

Lascia un commento