Indagine sulla qualità microbica della frutta di IV gamma in commercio in Portogallo

Fonte: Fresh Plaza
Data: 01 febbraio 2017

FRUTTA IV GAMMAAnche se non si hanno rapporti sulla qualità microbiologica della frutta di IV gamma, si registra un aumento della disponibilità di questi prodotti sui mercati portoghesi.

La loro relativamente nuova introduzione ha indotto alcuni ricercatori dell’Università dell’Algarve a condurre un’indagine su 160 prodotti acquistati prima della scadenza presso i supermercati locali del Portogallo meridionale.

Gli obiettivi del lavoro sono stati: valutare la qualità microbiologica e la presenza di batteri patogeni, quali Salmonella e Listeria monocytogenes, su frutta di IV gamma. Inoltre, gli stessi ricercatori hanno misurato le variazioni di pH e la carica microbica prima e dopo la data di scadenza del prodotto.

Le analisi microbiche sui questi campioni riguardavano la conta di batteri aerobi mesofili (AM) e psicrotrofi (AP), lieviti e muffe (LM), batteri acido lattici (LAB), coliformi totali (CT), Escherichia coli e gli stafilococchi coagulasi positivi, L. monocytogenes e Salmonella.

I conteggi microbiologici sono variati da 3,0 a 9,2 lg cfu/g (AM); da 2,2 a 10,7 lg cfu/g (AP); da 2,3 a 10,4 lg cfu/g (LM); da 1,9 a 9,0 lg cfu/g (BAL) e da >1 a 9,1 lg ufc/g (CT). Fra i campioni analizzati, il melone e il cocomero presentavano i più alti livelli microbiologici; fortunatamente, però, in nessun campione sono stati rilevati E. coli, stafilococchi, Salmonella e L. monocytogenes.

Dopo la data di scadenza, un aumento della carica di AM, AP, BAL e LM è stato osservato in tutti i campioni; mentre non si sono riscontrate differenze nella carica CT prima e dopo la scadenza. Si è anche osservata una diminuzione del pH in tutti i frutti tranne per i campioni di ananas, il cui pH è leggermente aumentato dopo 14 giorni di conservazione.

I ricercatori concludono che i risultati evidenziano l’importanza di prevenire la contaminazione e la contaminazione crociata, selezionando adeguate tecnologie di decontaminazione e prestando attenzione al mantenimento della catena del freddo durante la lavorazione, la distribuzione e la vendita della frutta di IV gamma.

Lascia un commento