Prodotti congelati, condannata ristoratrice per mancata indicazione nel menù

Convertita, in una sanzione pecuniaria da 7.500 euro, la pena di un mese di reclusione. Non rilevante, anche per le limitate dimensione dell’impresa, la delega al cuoco dell’attività di compilazione del menù, circostanza peraltro compatibile con la responsabilità della ristoratrice per omesso controllo. (Fonte: Massima redazionale)

Riferimenti: Cassazione penale, sez. III, sentenza n. 6586 del 13 febbraio 2017 (ud. del 7 dicembre 2016)

Solo gli utenti abbonati possono accedere a questo contenuto. Per favore, effettua il login oppure acquista un Abbonamento. Se hai già effettuato la registrazione, devi provvedere a completare il pagamento per diventare abbonato.