Produzione di germogli, registrazione e norme di riferimento

Un nostro cliente aprirà a breve un ristorante vegano ed ha acquistato un piccolo germogliatore per poter produrre "in casa" una piccola parte di germogli di soia per le preparazioni gastronomiche. La registrazione ai sensi del regolamento (UE) 210/2013 è necessaria?

Risposta di: Giorgio Rusconi
Data: 28 aprile 2017
Solo gli utenti abbonati possono accedere a questo contenuto. Per favore, effettua il login oppure acquista un Abbonamento. Se hai già effettuato la registrazione, devi provvedere a completare il pagamento per diventare abbonato.