Fipronil e Amitraz: controlli straordinari sulle uova nazionali

Fonte: @nmvi Oggi
Data: 30 agosto 2017

uova-5Il disinfestante fipronil potrebbe non essere l’unica sostanza utilizzata fraudolentemente negli allevamenti avicoli. Verifiche entro il 15 settembre.

Il Ministero della Salute ha disposto un piano di campionamento straordinario e urgente, per verificare se altre sostanze non autorizzate, quali ad esempio l’amitraz, possano essere state utilizzate illecitamente, in associazione o in alternativa al fipronil nella lotta ai parassiti negli allevamenti avicoli. “Considerata tale possibilità, i campioni di uova verranno analizzati anche per la presenza di Amitraz e dei suoi metaboliti.

Il piano è dettagliato nella nota inviata il 28 agosto ai Servizi Veterinari dalla Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari. A svolgerlo, a livello regionale, saranno le autorità competenti locali “se necessario in collaborazione con il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute.

Il gruppo di ovaiole è l’unità di riferimento del campionamento. Per gruppo, il Decreto 13 novembre 2013 intende “l’insieme di avicoli allevati contemporaneamente nello stesso capannone, ossia il locale o recinto, identificato univocamente, in cui sono alloggiati gli animali”. Anche se non si può escludere il trattamento diretto degli animali per nebulizzazione, “la via di esposizione più probabile è quella legata all’utilizzo per la disinfestazione degli ambienti o delle lettiere degli animali”. Pertanto “E’ logico suporre pertanto che tutti gli animali dello stesso gruppo abbiano avuto la medesima probabilità di essere contaminati”- scrive la Direzione Generale.
La somministrazione sperimentale a galline ovaiole ha dimostrato che il tuorlo d’uovo, il grasso omentale e la pelle sono gli organi/tessuti bersaglio del fipronil.

La nota ministeriale dettaglia le modalità del piano di campionamento, dalla selezione degli allevamenti di ovaiole da sottoporre a verifica, fino alla raccolta dei risultati dei campionamenti e alla registrazione degli esiti nel sistema SINVSA nella sezione apposita “Piano di campionamento per la verifica di contaminazione da fipronil e amitraz negli allevamenti di galline ovaiole”.
I Laboratori che eseguono analisi in autocontrollo per la presenza delle due sostanze, “devono garantire assoluta priorità alle analisi ufficiali rispetto a quelle in autocontrollo”.
Tutte le attività del piano dovranno essere completate entro il 15 settembre.

In caso di positività ai livelli di contaminazione per le due sostanze definiti dal Piano, “tutto l’allevamento deve essere immediatamente posto sotto sequestro con blocco delle movimentazioni di uova, animali e pollina”. Espletate le dovute analisi epidemiologiche, “tutte le uova presenti nell’allevamento posto sotto sequestro devono essere avviate alla distruzione”. Gli animali potranno essere avviati alla macellazione, in vincolo sanitario, solo con il parere favorevole dei Servizi Veterinari.

Dall’11 agosto, il Ministero della salute ha avviato un piano straordinario di verifiche con campionamento di carni di pollame, uova e prodotti derivati per la ricerca di fipronil. Questo antiparissitario, ad ampio spettro di lipofila, non è autorizzato sul territorio europeo per il pollame, ma solo – ricorda il Ministero – come farmaco per gli animali da compagnia e come insetticida sulle sementi.
Dal 25 agosto, infine, la Direzione Generale della Sanità Animale ha disposto l’integrazione delle indagini epidemiologiche sull’origine dell’influenza aviaria ad alta patogenicità con un eventuale utilizzo non consentito di fipronil.

pdfNOTA_DGSAF_28_AGOSTO_2017.pdf213.8 KB

Lascia un commento