Fipronil: prime indicazioni dal Comitato europeo PAFF

Fonte: @nmvi Oggi
Data: 31 agosto 2017

uova-6Dal Comitato Paff indicazioni sulla gestione delle allerte e degli allevamenti contaminati. Chiesti dati e monitoraggi. Obblighi per gli OSA.
Ieri a Bruxelles, lo Standing Committee on Plants, Animals, Food and Feed (PAFF Committee) della Commissione Europea ha fatto il punto dell’emergenza-fipronil che ha coinvolto gran parte dell’Unione Europea.

La sezione tecnica del Paff che si occupa della sicurezza tossicologica degli alimenti ha, in particolare, messo a fuoco le modalità di allerta europea e delle procedure di ritiro e richiamo. Nel corso della riunione sono state affrontate anche le modalità di gestione degli animali e delle uova negli allevamenti interessati dalla contaminazione e sono stati stabiliti i fattori di concentrazione da applicare per la valutazione di conformità degli ovoprodotti.

La Commissione europea ha chiesto agli Stati Membri di raccogliere dati nell’ambito di un piano di monitoraggio ad hoc per il settore delle ovaiole in allevamento, sulle uova e sulle carni di ovaiole al mattatoio, per la ricerca anche di altri potenziali antiparassitari contaminanti.

Infine è stato richiamato l’obbligo degli operatori del settore alimentare di adottare, alla luce delle comunicazioni sin qui diffuse, misure idonee ad assicurare l’immissione sul mercato di prodotti sani e sicuri.

Il Ministero della salute italiano rende noto di avere attivamente partecipato alla discussione descrivendo le iniziative già assunte, “esprimendo la propria posizione favorevole alla più ampia armonizzazione dell’approccio alla crisi e assicurando la piena disponibilità a proseguire nell’attività, in collaborazione con le altre strutture del sistema di sicurezza alimentare nazionale e comunitario”.

Fipronil, l’Italia chiede a Bruxelles misure armonizzate

Lascia un commento