Fipronil, un “Food safety Officer” in ogni Stato membro

Fonte: @nmvi Oggi
Data: 17 ottobre 2017

uovaLa riunione di alto livello europeo dedicata al cosiddetto “Fipronil Incident” ha portato la Commissione e gli Stati membri a concordare una serie di misure contro quella che viene considerata una “frode alimentare”.
I risultati della riunione, che risale al 26 settembre, sono stati portati all’ultimo Consiglio AGRIFISH, dove la proposta della Commissione di istituire un “food safety officer” in ogni Stato Membro ha registrato “aperture”.
Sono in tutto 19 le misure proposte dalla Commissione per rafforzare l’azione dell’UE contro la frode alimentare. Queste misure comprendono la revisione della comunicazione sui rischi tra gli Stati membri e la Commissione, un approccio coordinato alla gestione dei rischi a livello UE e una maggiore capacità di risposta a livello nazionale. Raccomandato anche il miglioramento dell’interconnessione tra il sistema di allarme rapido per i prodotti alimentari e dei mangimi (Rasff) e il Sistema Amministrativo e di Cooperazione (AAC), anche attraverso la creazione di un “food agenti di sicurezza alimentare singoli punti di contatto in ciascuno Stato membro.
I Ministri del Consiglio AGRIFISH ” hanno generalmente accolto queste iniziative”, si legge nel comunicato finale.
“Stiamo prendendo in considerazione di istituire un “food safety officer” in ciascuno Stato membro- ha detto il Commissario alla Salute Vytenis Andriukaitis – “per avere flussi informativi più veloci ed efficaci”.
l Commissario ha espressamente posto in cima alle priorità il miglioramento della comunicazione tra gli Stati membri. ” Infatti – ha dichiarato – i casi di frode alimentare come questo danneggiano la fiducia del pubblico nella sicurezza alimentare e possono portare alla distruzione della fiducia in particolare l’industria alimentare”.
“Cercheremo – ha aggiunto- di colmare il divario tra l’uso del sistema Rasff e il Sistema Amministrativo e di Cooperazione” per “massimizzarne il potenziale anche attraverso corsi di formazione e costanti simulazioni di crisi”.

Lascia un commento