NAS: chiusi un ristorante per carenze igienico-sanitarie ed una pizzeria priva di autorizzazione

Fonte: Ministero della Salute
Data: 02 novembre 2017

nas-4I Carabinieri del NAS controllano i ristoranti e rilevano numerose irregolarità: detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione, carenze igienico-sanitarie e strutturali, assenza di autorizzazioni amministrative.

I Carabinieri del NAS di Taranto, in particolare, hanno disposto la chiusura di un ristorante della locale provincia in quanto l’attività di preparazione e somministrazione degli alimenti avveniva in totale assenza di autorizzazione sanitaria necessaria a garantire il rispetto delle norme di sicurezza igienica. I militari del NAS di Bari, nel corso di un’ispezione presso un bar del capoluogo pugliese, hanno sottoposto a sequestro 50 kg di alimenti vari (prodotti carnei, dolciari e da forno) con presenza di brina e ghiaccio a riprova di un congelamento errato, operato con attrezzatura non idonea, privi di involucri esterni di protezione e delle indicazioni attestanti origine e data di scadenza.

In provincia di Napoli, i Carabinieri del locale NAS hanno sequestrato circa 40 Kg di carne bovina, mitili, calamari, gamberi, pane e brodo vegetale pronti ad essere utilizzati dal ristoratore per preparare piatti e pietanze da servire ai propri clienti, nonostante il loro pessimo stato di conservazione. Le attrezzature utilizzate, inoltre, erano in condizioni tali da emanare gas e vapori che rendevano l’ambiente insalubre.

A Nord, i Carabinieri del NAS di Alessandria hanno ispezionato una pizzeria della provincia di Asti rilevando sporco diffuso e non rimosso da tempo e condizioni igienico-sanitarie tali da richiedere un provvedimento di sospensione immediata dell’attività in attesa del ripristino dei requisiti previsti dalla vigente normativa.

Al termine dei controlli i ristoratori sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria e Sanitaria.

Lascia un commento