NAS: ancora denunce in seguito a controlli nel campo alimentare

Fonte: MInistero della Salute
Data: 15 marzo 2018

prosciuttifricioIl NAS di Latina ha denunciato due persone per frode processuale in concorso. Gli indagati sono accusati di aver redatto una perizia falsa e di averla presentata in Tribunale al fine di ottenere il dissequestro di un frantoio. Gli accertamenti dei Carabinieri hanno appurato che, al contrario di quanto dichiarato nel documento ufficiale, il proprietario dell’immobile non aveva mai effettuato dei lavori di adeguamento la cui esecuzione gli era stata intimata dall’Autorità Sanitaria.

Sempre il NAS di Latina, a conclusione di un controllo eseguito presso un prosciuttificio unitamente al personale dell’ARPA Lazio, ha denunciato una persona per scarico abusivo di reflui industriali. Personale dell’ASL di Latina, inoltre, intervenuto su richiesta dei militari, ha sospeso la commercializzazione di 1029 prosciutti affumicati in mancanza di indicazione nelle procedure di autocontrollo. Il valore del provvedimento ammonta a 50.000 Euro.

I Carabinieri del NAS di Napoli, unitamente al personale dell’A.S.L. NA/3 sud, hanno proceduto alla chiusura amministrativa di uno stabilimento di Ercolano (NA) dedicato alla produzione, confezionamento, stoccaggio e deposito di prodotti dolciari. Il provvedimento è scattato al termine di un controllo durante il quale è emerso che l’intera attività versava in pessime condizioni igienico – sanitarie. Nel corso del medesimo controllo i Carabinieri hanno anche elevato sanzioni amministrative per un totale di 4.000 euro.

I militari del NAS di Perugia, a conclusione di un’ispezione effettuata presso un agriturismo umbro, hanno denunciato una persona per detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione. Nel corso del controllo, condotto con il supporto del personale del servizio veterinario ASL Umbria 2 Terni, i Carabinieri hanno rinvenuto all’interno della struttura tre congelatori contenenti 400 kg di prodotti alimentari (carne, pesce, pasta fresca, pane etc.), congelati in maniera approssimativa (a contatto diretto con il ghiaccio), privi di etichettatura e indicazioni utili a fini della tracciabilità.

Lascia un commento