NAS: sequestrati 280 ettolitri di vino sofisticato e un’azienda zootecnica con 500 capi bufalini

Fonte: Ministero della Salute
Data: 17 aprile 2018

vino-sofisticatoI Carabinieri del NAS di Cremona, in collaborazione con gli ispettori dell’Ispettorato repressioni frodi (ICQRF) della Lombardia, hanno denunciato il titolare di un’azienda vitivinicola della provincia di Pavia per frode in commercio e contraffazione delle indicazioni geografiche e di origine. Presso la cantina veniva prodotto e detenuto per la commercializzazione vino dichiarato “Pinot grigio IGT provincia di Pavia 2016”, che, a seguito di analisi eseguite su un campione di vino dal laboratorio del dipartimento I.C.Q.R.F. di Catania, è risultato contenere zucchero quale canna e/o mais non di origine uvica. I Carabinieri hanno, pertanto, proceduto al sequestro di 280 ettolitri di prodotto vinoso sofisticato per un valore di circa 160 mila euro, al trasferimento in distilleria, previa denaturazione, di 100 ettolitri di prodotto vinoso detenuto in eccedenza e privo di documentazione di cantina giustificativa ed alla contestazione di numerose altre violazioni inerenti la produzione e commercializzazione di prodotti vinosi.

Il NAS di Caserta, nel corso di attività ispettiva condotta presso un allevamento bufalino e bovino del casertano, ha riscontrato gravi carenze igienico-sanitarie nella struttura e la presenza di capi di bestiame sprovvisti di marche auricolari. Ne è scaturito il sequestro dell’azienda zootecnica per un valore di circa 700.000 euro, e di 500 capi bufalini per un valore di euro 1.400.000 circa.

Lascia un commento