Carabinieri NAS, controlli agli allevamenti e al settore alimentare: sequestrate due aziende zootecniche

Fonte: Ministero della Salute
Data: 15 maggio 2018

mucheI Carabinieri del NAS di Caserta, al seguito di un’ispezione, hanno accertato che un allevamento bufalino sito nell’area di Capua era interessato da carenze igienico sanitarie strutturali e dalla presenza di capi in parte sprovvisti di marchi auricolari. Considerata la gravità delle violazioni, i militari hanno proceduto al sequestro dell’azienda zootecnica e dei 363 capi di bestiame che vi erano custoditi. Il valore totale del provvedimento è di 1.400.000 euro.

Il NAS di Cosenza, unitamente ai colleghi dell’Arma Territoriale e al personale medico veterinario dell’A.S.P. Cosenza, ha proceduto ad un’ ispezione igienico sanitaria di un’azienda di allevamento ovini sita nella parte settentrionale della Calabria. Nel corso del controllo i militari hanno constatato che numerosi animali erano privi del marchio auricolare e nel contempo, hanno scoperto diverse irregolarità nei registri di stalla. I Carabinieri hanno quindi sottoposto a sequestro cautelativo sanitario l’intero allevamento, composto da oltre 217 capi ovini, per un valore totale di 40.000 euro.

Il NAS di Perugia, infine, ha eseguito il controllo di un’attività di ristorazione del capoluogo di provincia umbro. All’atto dell’ispezione, i militari hanno rilevato diverse inadeguatezze igienico sanitarie e strutturali nel locale adibito a magazzino, nonché la presenza di circa 400 kg di alimenti di origine animale del tutto privi di indicazioni per la tracciabilità. I Carabinieri hanno provveduto al sequestro degli alimenti e alla contestazione di diverse violazioni amministrative.

Lascia un commento