eZine

OGM: una polemica fuorviante, ma che non accenna a scemare

La questione che invece varrebbe veramente la pena affrontare riguarda l'’accesso alle tecnologie più sofisticate: le dobbiamo lasciare appannaggio degli agricoltori ricchi dei Paesi ricchi o dobbiamo fare in modo che siano disponibili anche per gli agricoltori poveri dei Paesi poveri? Dobbiamo cioè accettare che siano sviluppate principalmente dalle grandi multinazionali o dobbiamo mettere in grado la ricerca pubblica di produrre OGM che rispondano ad obiettivi di bene comune?